News - Tekno Service Italia

Vai ai contenuti

LA TEKNOSERVICE GESTIRA' LA RACCOLTA RIFIUTI DEL COVAR14

Tekno Service Italia
Pubblicato da in Covar 14 · 11 Marzo 2020
Tags: LATEKNOSERVICEGESTIRA'LARACCOLTARIFIUTIDELCOVAR14


L'Azienda piossaschese si è aggiudicata il ricorso. Dal 3 Aprile la Teknoservice gestirà la raccolta rifiuti per il Covar14. A dare la notizia è Leonardo Di Crescenzo presidente del CDA del consorzio di cui fa parte anche Piossasco, durante la seduta dell'ultima commissione territorio. Dopo quattro anni dall'inizio del contenzioso che ha visto la Teknoservice, seconda arrivata, fare ricorso aull'aggiudicazione della gara d'appalto del 2016 all'ATI con capofila De Vizia Tranfer la società di committenza regionale ha deciso che la ditta piossaschese aveva ragione fin dall'inizio. Il Covar avrebbe dovuto escludere dalla gara l'ATI perchè aveva omesso di dichiarare alcune informazioni relative ad un altro appalto. Il procedimento legale ha visto il coinvolgimento del TAR e del consiglio di Stato che ha poi commissariato la gara affidandola prima all'ANAC e poi al SCR. Adesso è arrivata la decisione finale e il Covar 14 ha dovuto escludere definitivamente l'ATI e stilare un nuovo contratto di tre anni rinnovabile per altri tre anni con la Teknoservice. Durante la commissione, Di Crescenzo non ha nascosto la difficoltà con cui il Consorzio in questi anni ha gestito la raccolta differenziata di rifiuti  "Chiediamo una legge quadro definitiva che ci metta in condizioni di poterci riorganizzare con delle regole chiare". L'Idea iniziale era quella di poter dar vita a un unico Consorzio di area vasta. Ma con la giunta Cirio questa ipotesi sembra allontanarsi a causa di resistenze di alcuni consorzi locali. Sul sito della Regione l'assessore regionale all'ambiente, Matteo Marnati ha dichiarato di voler introdurre "la scelta da parte dei consorzi se accorparsi o no, per venire incontro alle difficoltà espresse da diversi sindaci. E' necessario introdurre criteri per premiare il consorzio che raggiungere gli obbiettivi e commissariare quello che non li raggiunge". Ogni consorzio sarà qiundi libero di decidere autonomamente se unirsi ad altri.



Torna ai contenuti